EICMA 2018

All’EICMA 2018 con Moto.it!

(foto by Moto.it)

All’EICMA 2018 sono stato come invitato di Moto.it per parlare della moto del futuro! Come deve essere la moto del futuro? 

Concorso

“Vediamo strade che ancora non esistono” cita la locandina dell’EICMA 2018, con due astronauti e moto spaziali. Come sarà quindi la moto del futuro? Se lo chiedono anche su Moto.it mentre leggo la presentazione della Bolid-e di Energica, una bellissima versione concept su base EsseEsse9 con tanta tecnologia a bordo, non ultimi i due specchietti Android per vedere in realtà aumentata davanti e dietro la moto. In fondo all’articolo c’è l’invito: “raccontateci com’è secondo voi la moto del futuro e verrete con noi ad Eicma per parlarne!”. Beh, che dire… video selfie inviato in meno di un battito di ciglia.

Poi si sa come vanno queste cose, no? Mah, chissà quanti altri lo manderanno… tanto non chiamano mai… ma sì dai, poi sono anche incasinato con il lavoro, chi ha tempo di andare? Ecco, detto fatto: selezionato e preso, si va come invitati! L’invito era per due persone, ma se è già stato un miracolo riuscire a prendere le ferie in tempo, trovare un compagno lo è ancora di più, infatti mi “tocca” andare da solo.

EICMA 2018 in solitaria

Com’è andare all’EICMA da soli? Strano, non fatelo. Non fraintendetemi, è meglio che niente e passare una giornata a guardarsi le ultime novità in campo motociclistico è ottimo: salire e scendere dalle moto per provare come si sta in sella, guardare ciò che si vuole e come si vuole, sulla carta è anche bello… ma nessun confronto, nessuna chiacchiera, dopo un po’ passa quasi la voglia. Molto meglio il confronto stile bar con qualche amico, un commento su questa moto, un commento su quel dettaglio, “no ma dai è meglio la mia“, con questa vi do un secondo a tutti…

Comunque tenendo ben 2h di margine sull’orario dell’appuntamento mi faccio la tangenziale ovest di Milano in coda e mi presento alle 10 puntuale all’appuntamento. L’hostess mi fa entrare e assieme a Francesco Paolillo della redazione andiamo con gli altri ragazzi selezionati allo stand Energica. La Bolid-e è un concept veramente ben fatto, sembra pronta per essere prodotta e guidata in strada!

Bolid-e

La base è quella ormai consolidata delle altre moto Energica e che conosco già dal test ride sulle Dolimiti dello scorso anno. La cosa fondamentale, su cui poi si incentra tutta la presentazione della moto e la nostra chiacchierata è l’integrazione con Samsung per provare nuove tecnologie da applicare alla moto. L’idea di base è molto valida, anche perché poi se non si prova chi lo sa se era un’idea sbagliata? L’area di attenzione del pilota è diretta e davanti al cruscotto, quindi perché non usare due videocamere per la realtà aumentata nelle due direzioni.

Samsung sicuramente ci ha messo molto in quanto a innovazione e realizzazione, ma anche dopo la presentazione ho più dubbi che certezze: e se Android negli specchietti va in crash? E se non voglio per forza un Galaxy smartwatch e preferisco un Apple Watch? Devo per forza girare con due orologi? Sono troppo abituato al mio lavoro, non ci posso fare niente.

Intervista

Moto.it, oltre ad averci portato ad EICMA e a vedere la Bolid-e, ci ha fatto anche un altro regalo: un’intervista nel loro studio. Com’è andata? Vi lascio video e articolo:

Loading the player...

E’ quindi la Bolid-e la moto del futuro? Non credo. O meglio, sicuramente guarda in quella direzione e spinge per andarci, che è la cosa più importante… ma le moto emozionanti, quelle che “ci piacciono”, per ora assomigliano molto di più alla V4R, alla Brutale serie Oro e alla Scrambler 1200XE, giusto per citare qualche novità di EICMA.

Però, mi raccomando, non giudicate una moto elettrica sul sentito dire e sull’assenza di rumore. Provare per credere! Potrebbe essere molto più vicina ad una moto “normale” di quanto credete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *